Fusion italo-indiano (lenticchie forever)

Il mezzo barattolo di lenticchie conservato in frigo era improrogabile. Anche le carote cominciavano a dare segni di cedimento strutturale. Poi lo scalogno, non perché lo preferisca alla cipolla, ma perché le dimensioni ridotte sono la dose giusta per i miei piatti da single. E siccome non ho piú salsa di pomodoro (sí, domani vado a fare la spesa), ho usato un vasetto di monoporzione alla bolognese per il tocco di rosso.

Quindi, soffritto di carota e scalogno, poi le lenticchie, poi un bicchiere d’acqua per dargli il tempo di cuocere. Poi le spezie, e secondo me questo é stato il tocco migliore: cumino e curry. Un mezzo cucchiaino di ognuna. Un pizzico di sale. La salsa bolognese.

E per finire con lo spirito fusion, tre foglie di basilico, le uniche tre foglie rimaste commestibili della piantina rinsecchita che oggi ho sradicato per seminare la menta.
(la menta per il mojito, se per caso ci fosse bisogno di specificarlo)

Squisito. Nonostante sia sospetto il piacere sublime con cui mangio i miei intrugli dopo 9.24Km di corsa ininterrotta.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: