Good morning

Come dicono i miei amici spagnoli “Tu no desayunas, tu te das un homenaje!“, che tradotto diventa pressapoco un “Non è che fai colazione, tu fai proprio un banchetto”. Detto dagli spagnoli, loro che mi hanno insegnato quanto è soddisfacente la colazione salata, dovrebbe dare un’idea di quanto mangi dal risveglio al momento di schizzare fuori di casa per il lavoro.

Comincio con mezzo pompelmo. Anzi, dopo aver sentito la mia collega tesserne le lodi e averne confermato i prodigi con google, da ben un giorno comincio con acqua calda e limone. Qui un esempio delle tante pagine che si trovano in rete a spiegare gli innumerevoli benefici. Io ho deciso che aggiungerò anche lo zenzero, perchè quando si parla di spezie non capita mai che mi tiri indietro.

Poi mi faccio il porridge. L’ho scoperto un anno fa a casa di un’amica inglese trapiantata in Scozia (e reduce da quattro anni di vita spagnola). Poi ho scoperto che la donna più vecchia di Scozia, con i suoi 108 anni, lo ritiene il suo personale elisir di lunga vita (assieme allo sport e alla zitellaggine, come darle torto!). Infine mi piace proprio, a dispetto di chi lo guarda come una brodaglia disgustosa.
In effetti non ha esattamente la consistenza zuccherosa e pastosa dell’originale. Lo faccio con l’acqua, e solo due cucchiai di latte, perchè a me il latte caldo nausea. Quindi, due cucchiai di fiocchi d’avena, due cucchiai di latte, un cucchiaio colmo di mirtilli secchi, mezzo cucchiaio di lecitina di soia (perchè riduce il colesterolo e perchè addensa la poltiglia acquosa, soprattutto). Acqua a coprire il tutto nella ciotola. Due minuti al microonde a massima potenza, rimescolando al primo minuto.

Lo step successivo è qualcosa di proteico. Pane integrale con arrosto di tacchino (quello tagliato tipo prosciutto cotto), formaggio fresco, un uovo strapazzato con il curry. Sì, anche il curry; dopo le lenticchie piccanti a colazione del Nepal, nulla più mi spaventa.

Una tazza di caffè o di tè, perchè amo qualcosa di caldo. Dicono (Google che tutto sa) che con l’acqua calda e limone passa la necessità di bere il caffè. In ogni modo io scarseggio di recettori per la caffeina, quindi non mi fa questa gran differenza.

Posso ancora farci stare un cucchiaino di marmellata, un kiwi, un pezzetto di cioccolato (rigorosamente extra dark, 85% di cacao) o un frutto piccolo.
Potrei mangiare molto altro, ma di solito quello è il momento in cui mi ricordo di essere clamorosamente in ritardo al lavoro.

Ora, sembra uno sproposito quello che mangio. Calcolatrice alla mano sono 400 kcal scarse. Certo, non sono le 200 kcal dell’odiosa formula una tazza di latte/due fette biscottate/un velo di marmellata, ma ormai da tempo ho smascherato il clamoroso errore che ricorre in tutte, ma proprio tutte, le diete che si trovano in giro. Sia che l’abbia prescritta il famoso dietologo da 200€ a visita, sia che si trovi sulla più inaffidabile delle pagine web.
A colazione non bisogna solo mangiare qualcosa. A colazione bisogna mangiare tanto! Il motivo è molto semplice: al risveglio abbiamo una impennata del cortisolo, dopo i livelli minimi raggiunti durante la notte. Il cortisolo attiva il metabolismo, ma si aspetta anche un feedback dal corpo. Mangiare poco, o non mangiare affatto, fa credere al sistema endocrino che sarà una triste giornata di carestia, e i livelli di cortisolo si adeguano per rallentare il metabolismo. Al contrario se si mangia abbastanza, la risposta di feedback endocrino rafforza l’equilibrio del cortisolo, e il segnale risultante è un’accelerazione del metabolismo.
Non garantisco sulla correttezza scientifica degli articoli che propongono questa teoria, ma la ritengo molto plausibile. La più sensata che ho incontrato sino ad ora.

Poi con me funziona! Questo conta poco a livello statistico, ma conta molto per me!

Advertisements

One thought on “Good morning

  1. Pingback: Packed Lunch | Recipes and other flavors

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: